Venerdì, 28 Ottobre 2016 09:23

Proprietà dell'aloe

Vota questo articolo
(1 Vota)

Numerose sono le proprietà benefiche dell’aloe che possono servire sia per curare vari tipi di disturbi ma anche per prevenire gli stessi.  

Le proprietà principali di questa pianta sono:

  • PROPRIETA’ ANTINVECCHIAMENTO
  • PROPRIETA’  ANTIBIOTICA
  • PROPRIETA’ ANTIBATTERICA
  • PROPRIETA’ANALGESICA
  • PROPRIETA’ ANTINFIAMMATORIA
  • PROPRIETA’ NUTRITIVA
  • PROPRIETA’ PURIFICANTE
  • PROPRIETA’ ANTIPRURITO
  • PROPRIETA’ EMOSTATICA
  • PROPRIETA’ ANTIPIRETICA
  • PRTOPRIETA’ ENERGETICA
  • PROPRIETA’ANTITUMORALE
  • PROPRIETA’ ANTIVIRALE

 

PROPRIETA’ ANTITUMORALE DELL’ALOE

L’Aloe come abbiamo già sottolineato più volte è una pianta ricca di principi attivi.

Nello specifico l’Aloe ARBORESCENS ha dimostrato di avere spiccate proprietà antitumorali. I ricercatori stanno valutando con attenzione gli effetti sull'organismo di alcune delle sostanze contenute in questa pianta e i meccanismi molecolari che li determinano. Di fronte ai numerosi composti attivi presenti nell'Aloe, l'attenzione degli esperti si concentra soprattutto su alcune molecole capaci di influenzare il sistema immunitario come per esempio l'acemannano, che in modelli sperimentali è in grado di stimolare la produzione di molecole chiamate citochine, o l'aloeride, un forte stimolante del sistema immunitario. L'emodina contenuta nelle foglie di Aloe vera, blocca in vitro la crescita delle cellule e stimola l'apoptosi, ovvero il processo di "morte programmata", fondamentale nella lotta contro il cancro perché permette all'organismo di eliminare le cellule tumorali. Alcuni studi in vitro hanno dimostrato in particolare che l'emodina è efficace contro le cellule di tumore di testa-collo e di tumore del fegato. Infine il DEHP, sigla che indica il di(2-etilesil) ftalato, blocca le cellule di leucemia in modelli in vitro.

Si può quindi sintetizzare l’attività svolta da questa pianta come principio antitumorale in tre fasi: 1) Attraverso la stimolazione delle difese immunitarie dell’organismo che attaccano le cellule cancerose e provvedono a distruggerle (azione immunostimolante ). 2) Attraverso l’induzione all’apoptosi (cioè al suicidio) delle cellule neoplastiche. 3) Infine l’Aloe Arborescens svolge un’azione anti-proliferativa, ovvero blocca l’avanzata del cancro e delle metastasi. I composti chimici che partecipano a questa triplice azione sono diversi.

Di seguito verranno elencati i più importanti principi attivi dell’Aloe Arborescens ad effetto antitumorale [3]:

  • antrachinoni, glicosidi formati da una parte zuccherina (glicone) ed una non zuccherina (aglicone); 
  • polisaccaridi, tra cui l’acemannano, zucchero che stimola la produzione di macrofagi ovvero globuli bianchi che distruggono le cellule tumorali. Ha, inoltre, significative proprietà immunologiche quindi attivatore della crescita cellulare; 
  • lectine (famiglia di proteine specifiche per determinati zuccheri), promuovono la crescita delle cellule normali e inibiscono quella delle cellule tumorali; 
  • Aloe-emodina, inibisce la proliferazione di cellule tumorali MCC (Merkel cell carcinoma). Lo studio del prof. Palu, dell’Università di Padova, ha dimostrato un marcato effetto anticancerogeno dell’Aloemodina su un particolare tumore infantile (Il grande libro dell’Aloe - ETHNO-PHARMACOLOGY DIVISION);
  • barbaloina, amplifica e potenzia gli effetti antitumorali dei polisaccaridi con le lectine e l’Aloe-emodina;
  • vitamina B12, potente anticancerogeno per fumatori affetti da tumore ai polmoni. Inoltre, la Cobalamina (vitamina B12) inibisce le cellule con caratteristiche precancerose. La contemporanea azione di queste componenti crea un’indissolubile sinergia, punto di forza dell’effetto antitumorale dell’Aloe Arborescens.
Letto 607 volte