Venerdì, 28 Ottobre 2016 09:20

Composizione chimica

Vota questo articolo
(1 Vota)

I NUTRIENTI PRESENTI NELL’ALOE

La pianta d’aloe è ricca di vitamine e Sali minerali per questo il suo succo può essere paragonato ad un integratore alimentare.

SALI MINERALI

Nelle piante d’aloe troviamo molti elementi minerali come: sodio, potassio, calcio e magnesio e in quantità inferiore troviamo elementi oligominerali come magnese, ferro, rame zinco e cromo.

 

Il Sodio: rappresenta l’elemento minerale fondamentale, deve essere presente in quantità definita perché regola l’equilibrio idrico salino e inoltre insieme al calcio svolge un’azione sui tessuti eccitabili in particolare ha un ruolo importante sulla contrattilità del miocardio. Stimola inoltre l’appetito e digestione favorendo la produzione di succo gastrico e di acido cloridrico.

 

Il Potassio: svolge un ruolo importante per il tessuto muscolare al quale conferisce elasticità e vigore.

Un apporto insufficiente di potassio può generare carie, bronchiti, dolori articolari, raffreddori e cicatrizzazione più lenta delle ferite. È infine molto importante controllare il rapporto tra potassio e sodio, perché una situazione di ipocaliemia genera uno sbilanciamento idrico salino.

 

Il Calcio: È il macro elemento componente del tessuto osseo e rappresenta circa il 2% del peso corporeo.

Svolge un ruolo importante come modulatore delle vie metaboliche quali la coagulazione del sangue contrazione muscolare funzionalità cardiaca e del sistema nervoso.

 

Il Magnesio: È l’elemento indispensabile alla crescita e al tono muscolare, favorisce la vitalità dell’individuo e il funzionamento di molti enzimi coinvolti nelle ossidazioni cellulari.

Una carenza di magnesio può portare ad un abbassamento delle difese immunitarie con facile aggressione di virus e batteri.

 

 

OLIGOELEMENTI

Per oligoelementi si intendono quegli elementi che troviamo nell’ambiente in cui un organismo vive, svolgono funzioni catalitiche tramite la combinazione con molecole proteiche, spesso agiscono in base alla loro capacità di formare complessi dando una conformazione alle proteine che li contengono, tra questi troviamo:

 

Il manganese: Questo elemento è presente principalmente nel fegato e nei tessuti muscolari, ha potere antiossidante e rallenta i processi di invecchiamento cellulare, inoltre è fondamentale per l’allattamento e per la crescita e sviluppo del neonato.

 

Ferro: È un oligoelemento molto importante che normalmente viene assunto tramite la dieta e poi assorbito al livello intestinale, in particolar modo nel tratto duodenale, la forma ferrica poi grazie all’acido ascorbico viene trasformata riducendo lo ione ferrico in ferroso che è più facile da assorbire. Variazioni del regime alimentare, con forti diete possono portare ad una diminuzione della quantità di ferro con alterazioni del processo eritropoietico e conseguente anemia.

 

Rame: Il rame contribuisce a garantire un’adeguata eritropoiesi in quanto richiesto per il rilascio di ferro, una carenza di questo elemento può portare ad una mancata fissazione del calcio e del fosfato dal tessuto osseo, oppure mancata catalisi che genera quindi accumulo di acqua ossigenata nei tessuti con conseguente autointossicazione.

 

Zinco: Lo zinco è un elemento che si trova principalmente nel fegato e nel pancreas, la sua funzione è quella di far assorbire carboidrati e proteine durante l’alimentazione oltre ad essere un cofattore per gli enzimi.

 

Cromo: Il cromo è un elemento assorbito in percentuali minime dal nostro organismo ed inoltre eliminato sia dalle urine che dalle feci. Il suo ruolo è insieme a quello dell’insulina quest’ultima infatti richiede proprio il cromo per apportare i suoi effetti, infine trasporta metaboliti attraverso le membrane cellulari

  

Cobalto: Il cobalto è presente in quantità ridotto all’interno del nostro organismo, una sua carenza può portare ad una diminuzione del contenuto dell’emoglobina permette inoltre di regolare il metabolismo di proteine e carboidrati.

 

- - -

 

L’Aloe costituisce un elemento medicamentoso molto efficace. Le proprietà principali sono anestetiche, antibiotiche, antivirali e stimolanti del sistema immunitario.

L’efficacia dell’ Aloe Vera è dovuta soprattutto alla sua composizione chimica: una piccola parte della pianta contiene infatti una grande quantità di compost inutrizionali. I composti che formano l’Aloe Vera si possono suddividere nei seguenti gruppi:

 

ZUCCHERI MONO E POLISACCARIDI

Gli zuccheri si trovano all’interno della polpa della pianta e hanno una funzione energetica. Possiamo distinguere gli zuccheri monosaccaridi come il mannosio e glucosio e, grazie alla  combinazione chimica di questi ultimi, possiamo trovare i polisaccaridi che contribuiscono alla produzione del gel e che hanno una elevata capacità di trattenere acqua. Nel gel sono presenti diversi polisaccaridi, ma il più importante è sicuramente il mannano acetilato, chiamato più frequentemente acemannano. L’importanza di questo polisaccaride è dovuta essenzialmente alla sua attività immunostimolante, battericida e germicida.

 

ANTRACHINONI

Gli antrachinoni sono presenti nella parte esterna della buccia e svolgono principalmente una funzione lassativa, antimicrobica e digestiva. Gli antrachinoni sono responsabile del sapore amaro dell’Aloe. L’aloina, principio attivo con funzione purgante e disintossicante, è la molecola principale che caratterizza questi composti. Altra funzione importante viene svolta dall’acido cinnamico che rappresenta un ottimo analgesico, anestetico e offre una buona protezione dal sole. Grazie a queste sue proprietà l’acido cinnamico viene utilizzato in maniera considerevole dall’industria cosmetica. Gli antrachinoni sono oggi oggetto di numerosi studi oncologici in quanto è stata riscontrata la loro probabile azione antitumorale.

 

SALI MINERALI

Sono più di 20 i sali minerali contenuti nell’Aloe e ognuno di questi svolge funzioni molto importanti per l’uomo: il calcio, per esempio, fondamentale per il sistema muscolare e osteoarticolare, il ferro, utile per prevenire l’anemia, il fosforo, che contribuisce alla formazione del tessuto osseo, il manganese, essenziale invece per il funzionamento del cervello, il sodio che regola l’equilibrio idrico, lo zinco fondamentale nello stimolare il sistema immunitario.

 

VITAMINE

Sono numerose le vitamine presenti nell’aloe: la vitamina A è importante per le sue proprietà anticancerogene , la B1, fondamentale per lo sviluppo dei tessuti corporei, la B2 che favorisce l’assorbimento del ferro, la vitamina B3, disintossicante e utile per il colesterolo, la B6 molto importante nella duplicazione cellulare, anticancerogeno e rilevante per la formulazione dei globuli rossi invece è la vitamina B9. La vitamina B12 è l’ultima riscontrata nella pianta di aloe. Solitamente è presente nelle carni, nel latte e nei derivati e non nelle piante; per questo il consumo del succo di aloe può essere importante per i vegetariani, o per chi ha intolleranze al latte. Per ultime, ma non meno importanti, ricordiamo la vitamina C, antiossidante e stimolatore delle difese immunitarie e la vitamina E.

 

FOSFOLIPIDI

I fosfolipidi sono composti importanti nel migliorare l’elasticità delle arterie e molto utile anche per curare insonnia e ansia.

 

STEROIDI VEGETALI

Nelle piante di aloe è possibile trovare anche gli steroidi; fra i più conosciuti ricordiamo il colesterolo con le sue proprietà antiinfiammatorie.

 

AMINOACIDI

E’ importante specificare che gli aminoacidi sono componenti fondamentali per il metabolismo umano. L’aloe contiene 7 aminoacidi essenziali: l’isoleucina, la leucina, la metionina, la lisina, la fenilalanina, la valina e la treonina. 12 invece sono gli aminoacidi non essenziali e possiamo fra questi menzionare l’alanina che regola lo zucchero nel sangue, la cistina che rafforza i tessuti connettivi, l’acido aspartico che permette la conversione dei carboidrati in energia per l’organismo.

 

LIGNINA E SAPONINE

La lignina è la sostanza che permette di indurre il tessuto vegetale, mentre le saponine hanno funzioni antisettica e purificante.

 

ENZIMI

La funzione principale degli enzimi è quella di favorire le reazioni biochimiche dell’organismo. Gli enzimi che possiamo riscontrare nella pianta di aloe sono; la cellulasi , la lipasi, , il bradichinasi, la proteasi e la creatina fosfochinasi.

 

ACIDO SALICILICO

Ha proprietà principalmente antibatteriche e antinfiammatorie, viene prodotto tramite la scomposizione dell’aloina che si trova nella linfa dell’aloe.

 

ORMONI VEGETALI

Sono molto importanti per sviluppare la crescita delle cellule e nel processo di cicatrizzazione.

Letto 486 volte Ultima modifica il Lunedì, 21 Novembre 2016 11:04